Mare d'inchiostro

Elisa Sartarelli

Le 7 cose che non vorresti mai venire a sapere da Facebook

01042015122530_sm_10581

Chi è che ancora non ha Facebook ormai si conta sulle dita di una mano. E sono rimasti in pochi a non essere stati ancora contagiati, in pochi a non vivere una doppia vita tra il reale e il virtuale, dimensioni che si contendono chiacchierate, appuntamenti e incontri con vecchi amici. Ci sono però delle cose che davvero preferiremmo non sapere e che invece Facebook ci fa scoprire! Magari troviamo la notizia shock nella bacheca di qualcuno, proprio dove non ce l’aspettavamo! Siamo lì, liberi naviganti in cerca di un post carino da condividere, ed eccola là: la notizia che non avremmo mai voluto ricevere! Quelle seguenti sono ipotesi che hanno come protagonisti uomini e donne, magari qualcuno le ha vissute con un lui invece che con una lei o viceversa, con un amico invece che con un’amica o il contrario, ma il senso non cambia. Tra le tante cose che non avevamo chiesto e che ci vengono davanti agli occhi, ecco le 7 più fastidiose.
 
1. Vedere la foto della tua ex con il suo nuovo fidanzato!
Ecco che succede ad avere ancora degli amici in comune con lei su Facebook! Le foto girano, le persone vengono taggate e commentano, e così una certa foto rimbalza e te la ritrovi davanti proprio tu! Tu che sei ancora innamorato di lei…
 
2. Vedere la foto della tua amica bruttina del liceo che si è appena sposata, mentre tu ancora aspetti il principe azzurro!
Quindi: perché andare a cercare profili di vecchi amici?
 
3. Vedere la foto di un amico che è in vacanza in un posto da favola e documenta ogni passo del suo viaggio! 
Avete presente quando qualcuno posta 50 foto di una vacanza mentre è ancora lì? E scrive post del tipo: ‘Posto fantastico! Vorrei restare qui per sempre’?. E voi siete a lavoro in città? Ecco, così!
 
4. Vedere una vecchia foto del tuo ragazzo che abbraccia la sua ex!
Ecco allora com’era lei! Ne avevi sentito parlare ma non l’avevi mai vista prima d’incontrarti con quella foto. Eh sì, perché lei, quella foto, mica l’ha mai cancellata e il tuo lui è ancora taggato! Che si sia dimenticata di cancellarla??? Improbabile…
 
5. Leggere per caso una serie di post con botta e risposta in cui qualcuno parla male di te senza nominarti!
Ti è mai capitato? Un commento, una risposta, un altro commento, qualche risata espressa con ‘lol’: ma tu hai letto e sai perfettamente che ‘la rossa’ o ‘la bassina’ sei proprio tu! Però non hai prove per dimostrarlo e chi ha scritto negherebbe… Possibile che certa gente si permetta tanto? Pare di sì…
 
6. Vedere il tuo ragazzo taggato nelle foto di una festa di cui non sapevi niente!
Gli amici lo avranno taggato apposta? O non sapevano di fare danni? Fatto sta che tu non sapevi che lui fosse stato invitato a una festa e tantomeno che avrebbe partecipato! Ma dov’era? E quella vicino a lui con il bicchiere in mano, chi è?
 
7. Leggere la conversazione di due amiche, sulla bacheca di una delle due, che si stanno mettendo d’accordo per il sabato sera, senza dirti nulla!

Tu non sei stata invitata e non ne sapevi assolutamente niente! Almeno la decenza di scriversi in privato, no?

 

Questa volta concludo con un mio ulteriore commento: non credo di aver detto tutto, sicuramente ci sono tante altre cose che avete scoperto su Facebook e che non avreste voluto sapere… Quindi, se vi va, aggiungetele! In ogni caso, meglio una brutta verità che una bella bugia!

 

Elisa Sartarelli

 

3 aprile 2015
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Tags

Elisa Sartarelli

Mi chiamo Elisa Sartarelli e sono una giornalista laureata in Lingue e Letterature Moderne a “La Sapienza” di Roma. Ho sempre avuto una grande passione per la scrittura. La mia tesi è stata pubblicata con il titolo “Il mondo di Frances Hodgson Burnett: The Secret Garden, Little Lord Fauntleroy e A Little Princess” (La Riflessione – Saggistica 2010). Ho scritto anche due libri di favole ambientati in un mondo che ho creato da bambina: “Le Quadrobambole” (Rea Edizioni 2010) e “Nel mondo delle Quadrobambole” (Nicodemo Edizioni 2011). È uscito a settembre 2014 il mio primo romanzo per bambini “Le avventure del Mago Xilofono” (Arduino Sacco Editore). Nell’antologia “I racconti di Cultora Centro-Sud” (Historica Edizioni 2015) trovate un mio racconto breve ambientato nel mondo delle Quadrobambole, dal titolo “La venditrice di speranza”. Ho collaborato come revisore di stile al libro “Quel Bergoglio, questo Francesco – La biografia in cui parla in prima persona il Papa gesuita” (stampato da CreateSpace e disponibile su Amazon da luglio 2015), versione italiana della biografia di Papa Francesco dal titolo “Aquel Francisco” (Editorial Raíz de Dos, 2014) scritta dai giornalisti argentini Javier Cámara e Sebastián Pfaffen e arricchita da ricordi e commenti rilasciati dallo stesso Papa Francesco.

Utenti online