Mare d'inchiostro

Elisa Sartarelli

Le 10 autococcole per un cuore spezzato

13102014100151_sm_9302

Chi di noi non ha mai avuto il cuore spezzato? L’amore può trasformarci in re e regine e all’improvviso catapultarci in un burrone, lasciandoci sporchi e vestiti di stracci. Dopo che la bufera dell’amore è passata con pianti e strepiti, il cuore si chiede: ‘E adesso?’. E la mente risponde: ‘Si va avanti’. Il cuore però non se la sente ed è difficile per la mente trascinarlo di nuovo in una normalità da single. Ecco allora le dieci ‘autococcole’ che possono aiutarci a riprendere il via dopo una tempesta amorosa!

1. Fate shopping
Un classico. Da soli o con gli amici, andate a comprarvi qualcosa di nuovo. È solo un piccolo sollievo ma almeno è un inizio.

2. Leggete un libro
Un tipo speciale di shopping riguarda proprio i libri. In questo caso, oltre al piacere fugace dell’acquisto, c’è quello più duraturo di una nuova lettura.
Si consiglia ‘Mangia prega ama‘ di Elizabeth Gilbert.

3. Fate sport
Andare a correre o segnarsi in palestra, insomma, fare movimento, può aiutarvi a dare sfogo al nervosismo e alla tristezza, facendo passare più in fretta il brutto momento.

4. Dormite
Dormite, magari un’oretta, nel pomeriggio. Vi rilasserà.

5. Bevete cioccolata calda o tè alla vaniglia
Coccolatevi con bevande zuccherose che vi piacciono, come cioccolata calda con panna, tè alla vaniglia caldo, tè al limone freddo o magari cioccolato in polvere nel latte freddo. Tutto dipende dalla stagione. Vi sentirete meglio!

6. Mangiate dolci
Concedetevi il lusso di qualche dolcetto: ho detto ‘qualche’, senza esagerare! Cioccolatini (il cioccolato è un toccasana) paste e caramelle sono ottimi alleati se presi nelle giuste dosi.

7. Uscite
Uscite! Fate passeggiate nel pomeriggio, da soli o in compagnia, partecipate ad aperitivi e tè delle cinque. Evitate però uscite serali in discoteca o fino a notte fonda: sa di squallido, come a voler cercare qualcuno per un ‘chiodo scaccia chiodo’. Il rischio di conoscere qualcuno troppo presto è di accontentarsi della persona sbagliata pur di non sentire il dolore. Quindi, uscite per stare con persone che conoscete e per distrarvi dal pensiero fisso dell’amore perduto. Per conoscere l’anima gemella c’è tempo.

8. Innamoratevi di voi stessi
Se una persona non vi vuole, non vuol dire che altre mille non possano volervi! Stilate una lista dei vostri pregi e un’altra dei vostri difetti da correggere. Vi innamorerete di voi stessi! E, se voi vi amate, anche gli altri vi ameranno!

9. Non anestetizzate il cuore
Se sentite che il cuore piano piano ricomincia a battere per qualcuno, non lasciate che la mente lo sgridi, dicendo: ‘Non vorrai fare altri danni?’. Concedetegli tutto il tempo di cui ha bisogno per tornare in forze e poi lasciatelo lentamente andare di nuovo alla scoperta del mondo.
Insomma, coccolate il cuore, dicendogli che è bravo nel suo lavoro!

10. Non lasciate comandare la mente
Se il vostro cuore non sta ancora battendo per nessuno, non lo lasciate dormire, permettendo che la mente sentenzi: ‘Adesso basta soffrire!’. Rischiereste di non vedere chi magari è proprio lì davanti a voi da un po’…
Insomma, coccolate la mente, dicendole che è brava e i suoi servizi sono sempre richiesti, ma in collaborazione con il cuore!

Cari lettori,
amare ed essere ricambiati è un privilegio. Chi ha ricevuto questo grande dono è davvero fortunato. E in un periodo in cui l’amore ci ha delusi, ricordiamoci che il vaso di Pandora, oltre ai mali del mondo, ci ha lasciato anche la speranza…

Elisa Sartarelli

13 ottobre 2014


© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Tags

Elisa Sartarelli

Mi chiamo Elisa Sartarelli e sono una giornalista laureata in Lingue e Letterature Moderne a “La Sapienza” di Roma. Ho sempre avuto una grande passione per la scrittura. La mia tesi è stata pubblicata con il titolo “Il mondo di Frances Hodgson Burnett: The Secret Garden, Little Lord Fauntleroy e A Little Princess” (La Riflessione – Saggistica 2010). Ho scritto anche due libri di favole ambientati in un mondo che ho creato da bambina: “Le Quadrobambole” (Rea Edizioni 2010) e “Nel mondo delle Quadrobambole” (Nicodemo Edizioni 2011). È uscito a settembre 2014 il mio primo romanzo per bambini “Le avventure del Mago Xilofono” (Arduino Sacco Editore). Nell’antologia “I racconti di Cultora Centro-Sud” (Historica Edizioni 2015) trovate un mio racconto breve ambientato nel mondo delle Quadrobambole, dal titolo “La venditrice di speranza”. Ho collaborato come revisore di stile al libro “Quel Bergoglio, questo Francesco – La biografia in cui parla in prima persona il Papa gesuita” (stampato da CreateSpace e disponibile su Amazon da luglio 2015), versione italiana della biografia di Papa Francesco dal titolo “Aquel Francisco” (Editorial Raíz de Dos, 2014) scritta dai giornalisti argentini Javier Cámara e Sebastián Pfaffen e arricchita da ricordi e commenti rilasciati dallo stesso Papa Francesco.

Utenti online