Mare d'inchiostro

Elisa Sartarelli

I 6 buoni motivi per partecipare ad un Bookcrossing

I 6 buoni motivi per partecipare ad un Bookcrossing

Mi è capitato recentemente di essere presente all’inaugurazione del Bookcrossing di Poggio Mirteto (RI). Sono state aperte al pubblico due casette piene di libri: una più alta per gli adulti e una ad altezza di bambino con libri dedicati ai più piccoli. E qui comincia il Bookcrossing, cioè la possibilità di prendere un libro registrato, leggerlo e poi riportarlo dove lo abbiamo preso, oppure lasciarlo in un altro punto dedicato. Che ne dite? A me questa iniziativa è piaciuta tanto!

Se ve lo state chiedendo: no, io non ho preso ancora nessun libro, perché ne ho una montagna a casa da leggere… Mi riservo comunque di prenderne qualcuno in futuro. Però tra i libri disponibili a Poggio Mirteto ce ne sono anche due miei: “Le Quadrobambole” (Rea Edizioni 2010) e il saggio letterario “Il mondo di Frances Hodgson Burnett: The Secret Garden, Little Lord Fauntleroy e A Little Princess” (La Riflessione – Saggistica 2010).

Perché partecipare al Bookcrossing? Per almeno 6 valide ragioni!

 

  1. Libri gratis da leggere! Semplice, facile e veloce. Si va al punto dove sono raccolti i libri, se ne sceglie uno e si tiene per il tempo necessario alla lettura.
  2. La possibilità di prendere un libro da una parte e lasciarlo in un altro punto di raccolta del Bookcrossing, quello più comodo e più vicino a noi.
  3. Sapere che esiste al mondo un posto fisico da cui prendere e in cui riportare libri (senza tenerli per sempre), uno spazio pubblico e gratuito aperto a tutti, da difendere e rispettare, per insegnare ad adulti e bambini un briciolo di civiltà e rispetto per il bene comune.
  4. Ci si trovano libri di ogni genere, per grandi e piccini! È un modo divertente per avvicinare i bambini alla lettura, e magari anche i grandi.
  5. Il fascino di seguire il percorso di un libro su bookcrossing.com! Può trattarsi di un libro che abbiamo letto e riportato, un libro che abbiamo donato o che abbiamo scritto noi.
  6. Registrare liberamente i libri che più ci piacciono su bookcrossing.com e lasciarli nei punti di raccolta perché altri li leggano! È un modo per consigliare libri che ci stanno particolarmente a cuore e che vorremmo che altri leggessero.

 

Il Bookcrossing è un inno alla civiltà, alla cultura e alla lettura! Cosa aspettate? Partecipate anche voi!

 

Elisa Sartarelli

© Riproduzione Riservata
Tags

Elisa Sartarelli

Mi chiamo Elisa Sartarelli e sono una giornalista laureata in Lingue e Letterature Moderne a “La Sapienza” di Roma. Ho sempre avuto una grande passione per la scrittura. La mia tesi è stata pubblicata con il titolo “Il mondo di Frances Hodgson Burnett: The Secret Garden, Little Lord Fauntleroy e A Little Princess” (La Riflessione – Saggistica 2010). Ho scritto anche due libri di favole ambientati in un mondo che ho creato da bambina: “Le Quadrobambole” (Rea Edizioni 2010) e “Nel mondo delle Quadrobambole” (Nicodemo Edizioni 2011). È uscito a settembre 2014 il mio primo romanzo per bambini “Le avventure del Mago Xilofono” (Arduino Sacco Editore). Nell’antologia “I racconti di Cultora Centro-Sud” (Historica Edizioni 2015) trovate un mio racconto breve ambientato nel mondo delle Quadrobambole, dal titolo “La venditrice di speranza”. Ho collaborato come revisore di stile al libro “Quel Bergoglio, questo Francesco – La biografia in cui parla in prima persona il Papa gesuita” (stampato da CreateSpace e disponibile su Amazon da luglio 2015), versione italiana della biografia di Papa Francesco dal titolo “Aquel Francisco” (Editorial Raíz de Dos, 2014) scritta dai giornalisti argentini Javier Cámara e Sebastián Pfaffen e arricchita da ricordi e commenti rilasciati dallo stesso Papa Francesco.

Utenti online