Mare d'inchiostro

Elisa Sartarelli

Diario di lettura

Diario di lettura

Per il nuovo anno mi è venuta un’ispirazione: scrivere un diario di lettura! Un’attività interessante che servirà a tenere sempre presente un libro, anche anni dopo averlo letto. Ecco come dovrebbe essere secondo me il diario di lettura perfetto e come realizzarlo.

 

  1. Scegliete un quaderno a righe o con le pagine bianche, magari uno di quelli con la copertina rigida e il segnalibro incorporato. Scegliete un colore a tinta unita oppure una fantasia che vi mettano buonumore e allegria, così sarete più tentati di prenderlo e scriverci dentro!
  2. Disegnate su un foglio bianco la scritta “Diario di lettura di…” e ovviamente aggiungete il vostro nome. Ritagliate la scritta e incollatela sulla copertina. In alternativa, lasciate la copertina così com’è e realizzate la scritta nella prima pagina che trovate da sfogliare.
  3. Numerate le pagine.
  4. Per ogni lettura potete usare sempre lo stesso schema. Mettete in alto luogo e data. Poi bisogna scrivere i dati del libro. In alto il titolo, seguito dal nome dell’autore, dal nome della casa editrice e dall’anno in cui è stato pubblicato. Se l’anno di pubblicazione e quello della prima uscita non coincidono, segnateli entrambi. Aggiungete anche il genere (romanzo storico, thriller, romanzo d’amore, horror, ecc.). Scrivete i nomi dei personaggi e chi sono nella storia, e a fianco le vostre impressioni su ognuno, anche solo qualche aggettivo. Volendo, potete aggiungere due righe sull’autore o su altri suoi libri che avete già letto.
  5. Aggiungete dove avete acquistato il libro o chi ve lo ha regalato, o magari come ne siete venuti a conoscenza.
  6. Poi passate alla trama.
  7. Riportate una o più citazioni che vi hanno particolarmente colpiti.
  8. Usate penne colorate, evidenziatori, stampini, adesivi, fate disegni, insomma, date libero sfogo alla fantasia e alla creatività. Ogni libro può ispirarci un colore o un tipo di penna da usare.
  9. A tre pagine dalla fine (dovrebbero bastare) scrivete in alto “Indice”. Sotto cominciate con il titolo del primo libro letto durante l’anno, seguito dal nome dell’autore, e a fianco scrivete il numero di pagina. E così via.
  10. Lasciate l’ultima pagina per le vostre conclusioni sulle letture dell’anno e aggiungete le conclusioni nell’indice.

Elisa Sartarelli

© Riproduzione Riservata
Tags
Commenti

Elisa Sartarelli

Mi chiamo Elisa Sartarelli e sono una giornalista laureata in Lingue e Letterature Moderne a “La Sapienza” di Roma. Ho sempre avuto una grande passione per la scrittura. La mia tesi è stata pubblicata con il titolo “Il mondo di Frances Hodgson Burnett: The Secret Garden, Little Lord Fauntleroy e A Little Princess” (La Riflessione – Saggistica 2010). Ho scritto anche due libri di favole ambientati in un mondo che ho creato da bambina: “Le Quadrobambole” (Rea Edizioni 2010) e “Nel mondo delle Quadrobambole” (Nicodemo Edizioni 2011). È uscito a settembre 2014 il mio primo romanzo per bambini “Le avventure del Mago Xilofono” (Arduino Sacco Editore). Nell’antologia “I racconti di Cultora Centro-Sud” (Historica Edizioni 2015) trovate un mio racconto breve ambientato nel mondo delle Quadrobambole, dal titolo “La venditrice di speranza”. Ho collaborato come revisore di stile al libro “Quel Bergoglio, questo Francesco – La biografia in cui parla in prima persona il Papa gesuita” (stampato da CreateSpace e disponibile su Amazon da luglio 2015), versione italiana della biografia di Papa Francesco dal titolo “Aquel Francisco” (Editorial Raíz de Dos, 2014) scritta dai giornalisti argentini Javier Cámara e Sebastián Pfaffen e arricchita da ricordi e commenti rilasciati dallo stesso Papa Francesco.

Utenti online