Mare d'inchiostro

Elisa Sartarelli

I 5 buoni motivi per partecipare a un firmacopie

I 5 buoni motivi per partecipare a un firmacopie

Cos’è un firmacopie? E come si scrive? Io lo scrivo tutto attaccato, ne dovrò parlare all’Accademia della Crusca… Diciamo che la considero una parola unica che definisce un preciso tipo di evento: un’iniziativa letteraria che vede presente l’autore in un determinato luogo per un preciso periodo di tempo, nel quale parlerà del suo libro ai partecipanti e firmerà le copie. Personalmente ho tenuto il mio primo firmacopie il 14 febbraio 2017 alla Libreria Mondadori di via Piave a Roma con il mio libro “La fine dell’estate (1992-2015)” (LFA Publisher); è stato il mio primo firmacopie e si è rivelato una bella esperienza. Perché partecipare a un firmacopie? Ecco cinque buoni motivi!

1 – Un firmacopie è un’ottima occasione per parlare direttamente con l’autore e conoscerlo.

2 – C’è più tempo anche per farsi un’idea del libro, facendo domande direttamente a chi lo ha scritto.

3 – Si può avere una copia firmata con una dedica personalizzata: l’autore avrà più tempo rispetto a una presentazione classica, in cui in genere si scrive solo data, nome della persona e firma, e la calma necessaria per pensare una dedica.

4 – Non si è legati a un orario preciso. Il firmacopie dura diverse ore e si ha la possibilità di scegliere l’orario più comodo per andare a conoscere l’autore e prendere il suo libro.

5 – Quando il firmacopie si tiene in una libreria, come nel mio caso, è un’ottima occasione per dare un’occhiata in giro tra gli altri volumi. È sempre un piacere andare in libreria!

 

Elisa Sartarelli

© Riproduzione Riservata
Tags

Elisa Sartarelli

Mi chiamo Elisa Sartarelli e sono una giornalista laureata in Lingue e Letterature Moderne a “La Sapienza” di Roma. Ho sempre avuto una grande passione per la scrittura. La mia tesi è stata pubblicata con il titolo “Il mondo di Frances Hodgson Burnett: The Secret Garden, Little Lord Fauntleroy e A Little Princess” (La Riflessione – Saggistica 2010). Ho scritto anche due libri di favole ambientati in un mondo che ho creato da bambina: “Le Quadrobambole” (Rea Edizioni 2010) e “Nel mondo delle Quadrobambole” (Nicodemo Edizioni 2011). È uscito a settembre 2014 il mio primo romanzo per bambini “Le avventure del Mago Xilofono” (Arduino Sacco Editore). Nell’antologia “I racconti di Cultora Centro-Sud” (Historica Edizioni 2015) trovate un mio racconto breve ambientato nel mondo delle Quadrobambole, dal titolo “La venditrice di speranza”. Ho collaborato come revisore di stile al libro “Quel Bergoglio, questo Francesco – La biografia in cui parla in prima persona il Papa gesuita” (stampato da CreateSpace e disponibile su Amazon da luglio 2015), versione italiana della biografia di Papa Francesco dal titolo “Aquel Francisco” (Editorial Raíz de Dos, 2014) scritta dai giornalisti argentini Javier Cámara e Sebastián Pfaffen e arricchita da ricordi e commenti rilasciati dallo stesso Papa Francesco.

Utenti online